Studio di Pedagogia e Psicomotricità

Il mio blog

Blog

Creare il gruppo classe nel percorso psicomotorio

Pubblicato il 24 giugno 2015 alle 04.32 Comments commenti (1603)
Dentro alla dimensione scolastica uno degli obiettivi principali dell'intervento psicomotorio è sicuramente il sostegno alla formazione e all'integrazione del gruppo classe.
quando si forma una classe, soprattutto pensando ai primi anni della scuola primaria, si attivano nuove alleanze e  nuove naturali conflittualità che vanno gestite sia dall'adulto che dagli stessi bambini in un clima solidale.
L'ora di psicomotricità è una sorta di ora concentrata in cui i bambini possono vivere i processi di socializzazione intensamente: sperimentano il legame stretto con l'altro, la dipendenza dall'altro, l'espressione di sé con la scoperta delle risorse persanali che possono muovere il gruppo. Una balletto tra autonomia e dipendenza in risposta agli entrambi giusti e buoni bisogni di riconoscimento e appartenenza..
C'è una differenza caratterizzante tra i corsi di psicomotricità extrascolastici e i percorsi proposti nella scuola. In entrambi i casi la psicomotricità vuole favorire la trasferibilità dell'esperienza: scopro le mie risorse  (espressive, di gestione del conflitto, della frustrazione, di progettazione e concretizzazione .....) in un contesto e le riporto in un altro.
A scuola il gruppo di psicomotricità è la realtà quotidiana, l'ora di psicomotricità è allora una prova di alternative: la trasferibilità è diretta, dalla palestra alla classe, esprimo me stesso nel rispetto e nel pioacere della vicinanza dell'altro, muovendoci in un azione condivisa.

Ecco, quindi, qualche breve perché del sogno della psicomotricità diffusa e d integrata nella scuola anche in Italia

Dott.ssa Madella Elisabetta, pedagogista, psicomotricista, studio Scioglinodo